La nuova Toyota Prius Plug-in Hybrid

L'ibrida con più autonomia in elettrico.

A quasi cinque anni dalla prima, rivoluzionaria versione, entra ora in scena la nuova Prius Plug-in Hybrid, che fa compiere a questa tecnologia un decisivo passo avanti. Scoprite cosa rende tanto speciale la guida elettrica al volante del nostro nuovo modello ibrido.

/
 

Come ogni Toyota ibrida pura, la Prius Plug-in Hybrid può viaggiare con il solo motore a benzina, con il solo motore elettrico oppure con entrambi. Inoltre l'energia della frenata viene sempre recuperata e immagazzinata nella batteria del sistema ibrido. Derivata dalla più recente Prius, dotata di un dinamismo di guida accresciuto e di un nuovo sistema ibrido, l'altrettanto silenziosa e reattiva Prius Plug-in Hybrid è pensata per tutti coloro che desiderano viaggiare in elettrico su distanze più lunghe.

Più veloce e più lontano puramente in elettrico

Immaginate di viaggiare a una velocità fino a 135 km/h o su di una distanza di oltre 50 km senza consumare una goccia di carburante. Ora è possibile, grazie al potente motore elettrico da 68 kW della Prius Plug-in Hybrid. Un'unità batteria agli ioni di litio di capacità maggiore, il doppio rispetto alla batteria della prima generazione, permette un'accelerazione più energica e tempi di guida in elettrico più lunghi.

Quanto più caricate la batteria, tanto più a lungo viaggerete in modalità EV riducendo di conseguenza il consumo di benzina. Se viaggiate oltre i 50 km dell'autonomia in elettrico, la Prius Plug-in Hybrid consuma in media appena ca. un litro di benzina per 100 km. In tal modo risparmiate le vostre risorse e salvaguardate anche l'ambiente, con emissioni di CO2 minime stimate a 22 g/km.

Grazie all'impiego, una prima per Toyota, di un duplice sistema motore elettrico/generatore, la nuova Prius Plug-in Hybrid offre uno scatto energico e dipende meno dal motore a benzina, anche in accelerazione e quando si utilizza il riscaldamento. Ciò grazie anche al primo climatizzatore al mondo con pompa di calore a gas. La batteria del sistema ibrido si ricarica completamente in poco più di due ore, pronta per la piena funzionalità elettrica.

 
/
 
/
Sfruttare la forza del sole

In fase di sviluppo della nuova Prius Plug-in Hybrid, gli ingegneri responsabili hanno lavorato instancabilmente per dotare la nuova meraviglia tecnica di caratteristiche innovative coerenti con il suo sistema propulsivo d'avanguardia nonché per sorprendere ed entusiasmare il conducente. Il sistema di ventilazione solare di prima generazione è stato perfezionato e adotta ora per la prima volta un nuovo tetto solare come sistema di ricarica.

Oltre a supportare la straordinaria efficienza di consumo dell'auto, annuncia un futuro in cui i veicoli avrabbi la capacità di generare il proprio fabbisogno energetico. Il tetto solare offre due notevoli vantaggi: da un lato durante la guida alimenta i dispositivi elettrici di bordo, ad esempio le luci e il sistema multimediale, dall'altro carica la batteria quando l'auto è parcheggiata. Questo approvvigionamento supplementare di energia può allungare l'autonomia elettrica di 1000 km all'anno, in base alle condizioni climatiche e di guida.

/
/
Tecnologia che fa la differenza.

A bordo della Prius Plug-in Hybrid, l'abitacolo ultramoderno propone il caricatore a induzione senza filo per lo smartphone, mentre il visore a testa alta a colori proietta sul parabrezza le informazioni importanti cosicché non dovete distogliere gli occhi dalla strada. La Plug-in Hybrid è equipaggiata di serie del sistema Toyota Safety Sense, una combinazione d'avanguardia di tecnologie di sicurezza attive e preventive.

Tra queste troviamo ad esempio il regolatore di velocità adattivo, che mantiene la distanza impostata dal veicolo che vi precede e adatta automaticamente la velocità della vostra automobile rallentando, fermandola completamente oppure accelerando fino alla velocità selezionata. Comprende inoltre: il sistema pre-collisione con rilevamento pedoni e frenata automatica, la segnalazione di allontanamento dalla corsia con impulso sterzo e i fari abbaglianti automatici.

I doppi fari a matrice di LED a risparmio energetico della Prius Plug-in Hybrid regolano la portata in base alla velocità. Una telecamera sensibile alla luce rileva le luci dei veicoli che sopraggiungono in senso inverso o che precedono e regola la portata in modo da non abbagliare gli altri utenti della strada. Anche l'angolazione e l'intensità del cono di luce vengono regolati automaticamente in base alla velocità e i fari si orientano in direzione della curva.

Completano l'incredibile dotazione di dispositivi di sicurezza il visualizzatore dell'angolo morto, l'allerta traffico trasversale e l'assistenza al parcheggio che effettua le manovre per parcheggiare la vettura nei parcheggi laterali e a T con l'ausilio di una serie di sensori.

/
/
Guida coinvolgente, design atletico.

Analogamente alla più recente generazione Prius, anche la nuova Prius Plug-in Hybrid è basata sulla piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA). La posizione di seduta del conducente è più bassa assicurando in tal modo un'esperienza di guida più dinamica. Una sensazione aumentata dal baricentro basso della vettura e dalle sospensioni perfezionate. La piattaforma TNGA ha permesso ai nostri designer di donare alla vettura un look incisivo, affilato e proteso in avanti.

Grazie al design aerodinamico con lunotto convesso e alla chiusura automatica della griglia della calandra, che riduce la resistenza aerodinamica quando non occorre il raffreddamento, la Prius Plug-in Hybrid ha un coefficiente Cx incredibilmente basso di appena 0,25. La nuova Prius Plug-in Hybrid rappresenta un ulteriore momento fondamentale nella nostra storia dei sistemi propulsivi ibridi, con l'inizio della vendita in Europa previsto a inizio 2017.

Dall'inizio della produzione di Prius nel 1997, abbiamo venduto in tutto il mondo oltre nove milioni di vetture ibride, che equivale a un risparmio di CO2 di oltre 67 milioni di tonnellate. Con la nuova Prius Plug-in Hybrid la famiglia ibrida Toyota si allarga a otto modelli e segna l'inizio di un percorso che ci porterà a ridurre del 90% le emissioni di CO2 dei nostri veicoli entro il 2050, rispetto al 2010.

La nostra e-protezione dati

Utilizziamo i cookie sul nostro sito internet per offrirvi un servizio migliore. Se siete soddisfatti potete continuare a utilizzare questo sito come sempre oppure scoprite qui come si gestiscono i cookie.